Il progetto

Unione europea, comuni, enti pubblici, produttori e recuperatori di oli vegatali, scuole e famiglie: tutti insieme per l'ambiente!

Il progetto Life “P.P.P.4I.RE.COLL – Riciclolio” approvato e finanziato dall’Unione Europea ha avuto il suo effettivo avvio a fine gennaio 2011, avrà una durata di tre anni e terminerà nel dicembre 2013.

L’obiettivo del progetto è quello di incrementare i quantitativi di oli vegetali esausti provenienti da utenze domestiche raccolti in modo differenziato per essere avviati a recupero tramite produzione di carburanti a basso impatto ambientale (biodiesel).

Per raggiungere questo obiettivo i partner del progetto opereranno su due linee di intervento principali:

  • l’ideazione e la realizzazione di un sistema di raccolta innovativo che preveda l’installazione di punti di raccolta presso gli edifici scolastici del territorio coinvolto ( Comuni di Savona, Albisola Superiore e Genova) e che la fase di raccolta sia gestita dal soggetto che si occupa anche dell’effettiva trasformazione in biodiesel del materiale conferito dai cittadini;

  • una campagna di comunicazione e sensibilizzazione che abbia come target di riferimento sia i consumatori di olio vegetale sia gli studenti (e le loro famiglie) delle scuole in cui saranno presenti i punti di raccolta.

È previsto il coinvolgimento di soggetti in grado di influire sulle diverse fasi del ciclo di vita degli oli vegetali nonché sulla loro gestione come rifiuto: produttori di oli vegetali alimentari, enti pubblici, gestori di servizi di raccolta di rifiuti, recuperatori di oli vegetali esausti/produttori di biodiesel, enti di ricerca.

Le fasi del progetto

Le fasi del progetto  “P.P.P.4I.RE.COLL – Riciclolio” sono:

  • valutare il grado di conoscenza di consumatori e cittadini sulle criticità legate alla gestione post-consumo degli oli vegetali;

  • organizzare un sistema di raccolta diffuso e capillare sul territorio;

  • informare e sensibilizzare consumatori, studenti e cittadini sugli impatti dei diversi sistemi di gestione degli oli vegetali esausti, sui vantaggi ambientali, economici e sociali del loro avvio a recupero per la produzione di carburanti a basso impatto;

  • incrementare i quantitativi di oli vegetali esausti raccolti ed avviati a recupero;

  • contribuire a sostenere una filiera sostenibile degli oli vegetali e dei biocarburanti.