Azioni

Azioni preparatorie, campagne d'informazione, raccolta/recupero dell'olio esausto, analisi del bilancio energetico del sistema raccolta

Il progetto è articolato in azioni, ciascuna seguita da un partner responsabile della sua attuazione e del conseguimento degli obiettivi previsti.

Le Azioni principali:

1) Azioni preparatorie (valutazione ex-ante)
Sondaggio tra i cittadini e le scuole primarie (150 scuole circa 25.000 studenti e le loro famiglie) distribuite sul territorio pilota (Savona, Albisola Superiore e Genova) per scoprire il livello di consapevolezza sulle potenzialità e sui metodi di recupero dell’olio vegetale esausto. Analogo sondaggio sarà realizzato dal partner produttore di olio tra i propri consumatori e fornitori. Mappatura, censimento dei punti di raccolta.

2) Campagna d’informazione
L’attività di comunicazione sarà realizzata, sul territorio pilota a differenti livelli: studenti e loro famiglie, consumatori e produttori di olio, cittadinanza, amministrazioni locali, imprese attive nel trasporto e recupero dei rifiuti.

Particolare attenzione sarà data alla campagna di comunicazione rivolta alle scuole. Le attività di comunicazione saranno realizzate attraverso diversi strumenti:

- flyer da distribuire a consumatori in occasione di eventi e manifestazioni;

- exhibit scientifici rivolti agli studenti delle scuole;

- meeting di lancio e presentazione del progetto;

- realizzazione e aggiornamento del sito internet;

- newsletter periodica per le scuole attraverso la realizzazione di un fumetto sul ciclo di vita dell’olio e la pubblicazione dei dati di raccolta.

3) Raccolta e recupero dell’olio esausto
DP Lubrificanti a proprie spese provvederà alla raccolta, al trasporto ed al recupero dell’olio domestico esausto raccolto nei punti istituiti. I dati di raccolta e i dati ambientali relativi alle operazioni di trasporto e recupero saranno registrati al fine di consentire l’effettuazione di un bilancio energetico globale dell’intero processo di raccolta e recupero previsto dal progetto.

Il modello di collaborazione tra Ente pubblico e privato sarà verificato anche nella sua sostenibilità economica.

4) Analisi del bilancio energetico del sistema di raccolta
Al fine di valutarne la sostenibilità ambientale l’Università di Genova si occuperà di analizzare il bilancio energetico del sistema di raccolta e recupero dell’olio esausto.